Mangiare a Km 0, vegani e vegetariani

Vegani e vegetariani

Per chi ha deciso di seguire una dieta particolare, vegetariana o vegana, qui da noi, avrà l'imbarazzo della scelta.

Il nostro territorio è ricco di prodotti ortofrutticoli, oltre che le rinomate vigne: in val d'Orcia e Valdichiana, potrete trovare coltivazioni di grano, legumi olivi e frutta, inoltre molte aziende agricole, si stanno convertendo al biologico e all'agricoltura biodinamica. 

L'agricoltura sta rappresentando  un'importante opportunità lavorativa e imprenditoriale per i giovani che spesso, riprendono il lavoro nel vecchio podere del nonno, magari dopo aver conseguito la laurea. 

Essere  contadino non rappresenta più uno status sociale infimo, che imprigionava menti e corpi, di generazione in generazione, come era fino a una settantina di anni fa, oggi è una scelta libera e ragionata.  

Potrete trovare i prodotti tipici locali stagionali direttamente nei negozi di alimentari e di frutta e verdura all'interno del paese, oppure nei piccoli supermercati o al mercato settimanale

Di seguito, alcuni esempi di imprenditoria locale

Laura Bianconi e l’orto Sinergico

l'orto sinergico e’ una tecnica agricola che prende spunto dal microbiologo giapponese Masanobu Fucuoka e dall’agronoma spagnola Emilia Hazelip, ma anche dall’agricoltura tradizionale mediterranea, basata sulla biodiversità e l’alternanza delle colture.

Attraverso il passa parola, Laura ha una clientela sempre più vasta, tra privati, ristoranti e attività commerciali locali e collabora con le scuole della zona per insegnare, soprattutto ai bimbi, l’importanza del rispetto dell’ambiente, che può essere fonte di ricchezza (non necessariamente economica) e benessere.

Laura è una giovane signora laureata in matematica che vive a Montepulciano Stazione.

Dopo avere perso il lavoro come contabile, non è andata via, ma ha preso in mano l’azienda agricola del nonno, che produceva tabacco e peperoni in maniera estensiva e l’ha convertita in Orto Sinergico.

Elena e Nazzareno

al mercato ogni giovedì 

Dalle belle e fertilissime terre del Lago di Bolsena, da più di un ventennio, portano a vendere anche qui i loro prodotti.

Se nelle altre bancarelle, si può trovare di tutto, in qualsiasi stagione, nel loro, no!

A primavera, infatti, ci sono i carciofi e gli asparagi, le cipolle novelle e l’insalata, in estate, i pomodori belli maturi e succosi, il basilico e poi i cetrioli, le melanzane, le zucchine, in autunno, il cavolo , gli spinaci , le patate, le castagne e le noci, l’uva, in inverno i ceci, i fagioli, il cavolo rapa e quello rosso, i radicchio, le mele.

Con loro si è scoperto che la stagionalità, che equivale alla varietà. Per i loro prodotti non viene utilizzato nessun fertilizzante sintetico e nemmeno di origine animale, ma miele e acqua o estratto di melograno e acqua. La varietà, serve anche come difesa dalle malattie delle piante o delle radici. 

Senza voler demonizzare l’agricoltura industriale e estensiva, (che in questi ultimi decenni, ha sfamato a basso prezzo, milioni di persone), Elena e Nazzareno sono il simbolo della nuova classe imprenditoriale italiana, quella

che ha il coraggio di pensare con la propria testa, di non conformarsi o scimmiottare, che non guarda solo al portafoglio e al guadagno, quella che ancora crede ed investe nel futuro.

Fattoria Lapecheronza

di Benedetta Corsi

Nasce dal bisogno di assaporare ciò che la nostra Valdichiana ci offre.
L'azienda produce ormai da anni frutta, verdura, salumi, miele, olio e confetture nel pieno rispetto delle tradizioni contadine della nostra terra.

Lapecheronza dedica il suo nome alle api, simbolo di un’agricoltura sana che si basa sul rispetto della natura e dei suoi equilibri.

altre informazioni su http://www.fattorialapecheronza.it/it/

Caseificio Cugusi Silvana

Per pic-nic direttamente al caseificio: https://www.caseificiocugusi.it/pic-nic-in-azienda/

Silvana Cugusi rappresenta un'eccellenza della Val'd'Orcia . 

Negli anni 60 e 70, i poderi e la campagna abbandonati, sono stati ripopolati dai pastori sardi e dalle loro numerosissime famiglie,  provenienti soprattutto dal centro della Sardegna: dalla Baronia , Barbagia , Ogliastra. 

Non è stata un'immigrazione, piuttosto una  vera e propria colonizzazione, che non ha assolutamente snaturato il territorio ma al contrario , l'ha arricchito e rinnovato.  

Silvana ha seguito le orme del padre Raffaele e oggi è una bravissima casara. Ha ricevuto riconoscimenti a carattere internazionale e potrete gustare i suoi prodotti direttamente in azienda . Il pecorino di Pienza è conosciuto in tutto il mondo, ma senza la maestria dei pastori e casari sardi... chissà se avrebbe avuto un cosi grande successo...!

Prenota adesso
Caricamento...
Ops!
Stai utilizzando un broswer che non sopportiamo pienamente. Per favore aggiornalo per un'esperienza migliore.
Il nostro sito funziona al meglio con Google Chrome.
Come aggiornare il broswer